martedì 31 dicembre 2013

Nuovo anno, nuovi sogni

VI AUGURO UN 2014 PIENO DI SALUTE, AMORE E SOGNI FATTI REALTÀ


Ci siamo. Oggi finisce un anno e domani ne inizia un'altro. È tempo di fare bilancio dai traguardi raggiunti e quelli che abbiamo lasciato a mettà strada. Da domani incominciamo a caminare di nuovo accanto a chi vogliamo bene con tanti obiettivi nuovi e altri che riprendiamo. Sarà anche questo un anno pieno di sogni che vorremo realizzare, di buoni propositi e traguardi da superare. Dobbiamo anche ricordarci dalle cose vecchie e i bei ricordi che gli anni scorsi abbiamo vissuti, per cercare di migliorarli ogni giorno.
Vi auguro un 2014 pieno di salute, amore e sogni fatti realtà.

lunedì 23 dicembre 2013

Il cestino per le colonie

NON DIMENTICARE DI INCLUDERLO NELLA TUA LISTA DEGLI IMPRESCINDIBILI!


Tutto è pronto per l'arrivo del bambino: il copriletto, il prottetore, i lenzuolini ... e la lista di farmacia perfettamente posizionata sulla mensola del bagno in scatole immacolate pronte per essere aperte. Presto inizieremo a utilizzarle ogni minuto: alcool, garze, forbici, cotoni, creme, acqua di colonia, spazzola, salviettine, più creme... È essenziale avere tutte queste miniature sempre all'interno del cestino per le colonie, se non vogliamo, in ogni cambio di pannolino, svolazzare intorno alla casa con il bambino in braccio, cercando di ricordare dove le abbiamo usate l'ultima volta.

Il cestino per le colonie di Ros Textil è particolarmente pratico e funzionale. Grazie alla tecnologia impermeabile, il tessuto è completamente impermeabile e dà al cesto rigidità e resistenza senza paragone, senza perdere la morbidezza e la tenerezza al tatto e il design. Un cesto completo e di qualità, dove entra tutto il necessario e un pò in più, facile da trasportare e immagazzinare, e sempre con la garanzia di qualità di Ros Textil. Non dimenticare di includerlo nella tua lista degli imprescindibili!

mercoledì 18 dicembre 2013

Concorso Lettino Trasformabile Elite. Vincitore

COMPLIMENTI AL VINCITORE E GRAZIE A TUTTI PER PARTECIPARE

Mobili Ros è lieto di annunciare che il vincitore del lettino trasformabile Elite è ....

Jole E Mario Ponticelli

Pubblicò questo link nella nostra bacheca Facebook dicendo che gli piaceva perché
 "questa cameretta fa proprio al mio caso, mio figlio amerà tanto il tavolino con sedie!"

Auguri e grazie a tutti per aver partecipato.

martedì 17 dicembre 2013

Come organizzare la cameretta del bambino

CONTENITORI, MENSOLE, TAVOLI E SEDIE

La cameretta di un bambino è uno dei luoghi dove passerà più tempo in casa. Quindi, nel progettarla, non dobbiamo solo scegliere lettino e armadio, ma dobbiamo anche pensare a includere certi elementi per farla non solo un luogo di riposo ma anche uno spazio piacevole per giocare e crescere.


Un baule, un cassettone, un contenitore o un insieme di cassetti che il bimbo sia in grado di aprire e chiudere lui stesso. Scegli qualcosa a portata di mano del bambino in modo che lui o lei possa raggiungere facilmente e utilizzarlo per giocare.

Mensole per bambini,

venerdì 13 dicembre 2013

Venerdì 13

PAURA O SUPERSTIZIONE?
Qual è l'origine del Venerdì 13?

Durante il Medioevo, il Venerdì 13 ottobre 1307, il re Filippo IV di Francia ordinò di catturare, torturare e assassinare Jacques De Molay, il leader dei Cavalieri Templari, e 70 di loro. Si dice che De Molay maledisse, nel momento della sua esecuzione nel 1314, il Papa e il re Filippo IV lo avrebbero seguito in meno di un anno. Entrambi morirono nel 1314 e da allora i sostenitori dei Templari dichiararono il Venerdì 13 come un giorno tragico.

Leggenda o realtà, il Venerdì 13 ha generato numerose storie e anche malattie come la Paraskavedekatriaphobia.

Cos'è la Paraskavedekatriafobia?
È la paura che alcune persone hanno alla sfortuna che li può portare il Venerdì 13.


Secondo lo Stress Management Centre and Phobia Institute di Asheville, North Carolina, più di 67 milioni di persone sono colpite negli Stati Uniti per paura di questo giorno. Alcune persone sono così paralizzate dalle loro paure che queste gli impediscono realizzare le routine normali come fare affari, prendere voli o anche alzarsi dal letto.

Fonte: 15x20 

martedì 10 dicembre 2013

Giornata Mondiale dei Diritti Umani

OGGI, GIORNO IN CUI DIAMO L'ULTIMO SALUTO A NELSON MANDELA, UN GRANDE ESEMPIO DELLA LOTTA PER I DIRITTI UMANI, RICORDIAMO CHE OGNI GIORNO DOBBIAMO DIFENDERE E PROTEGGERE QUESTI DIRITTI. I NOSTRI DIRITTI


 Foto: Stéfano Obregón


C'è tanto lavoro ancora da fare per quanto riguarda il rispetto dei diritti umani, diritti che ogni giorno dobbiamo difendere e proteggere.
La Giornata dei Diritti Umani 2013 è particolarmente importante quest'anno, poichè è anche il 20° anniversario della costituzione del mandato dell'Alto Commissariato per i diritti umani. L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito il mandato dell'Alto Commissario per la promozione e la tutela di tutti i diritti umani nel dicembre 1993, che agisce in risposta ad una raccomandazione dei delegati alla Conferenza mondiale sui diritti umani tenutasi a Vienna nello stesso anno. L'Alto Commissariato è l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere e proteggere i diritti umani che sono garantiti dal diritto internazionale e previsti nella Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo del 1948. L'attuale Alto Commissario è l'avvocato sudafricano Navanethem Pillay. 

Fonte: http://www.un.org/

mercoledì 4 dicembre 2013

Il freddo e la cameretta del bebè

IL CALORE IN ECCESSO, IN PARTICOLARE DURANTE IL SONNO, AUMENTA IL RISCHIO DI UN RAFFREDORE
Sembrava che quest'anno non veniva, ma come ogni anno il freddo è arrivato.
Il nostro bambino, in generale, è stato a suo agio con il bel tempo. Noi non abbiamo dovuto preoccuparci troppo per il freddo, o per i capi invernali, e nel momento di metterlo a dormire, la temperatura non è stato alcun problema, nel godere di serate calde senza temperature estreme esterne.

Oggi vi diamo alcuni consigli sulla corretta temperatura della stanza in questi mesi freddi.

Per quanto riguarda l'uso del riscaldamento, adotta le seguenti precauzioni:
Mai mettere la culla vicino al radiatore. Il calore in eccesso, in particolare durante il sonno, aumenta il rischio di un possibile raffreddamento, disidratazione e morte improvvisa.
Arieggia la stanza ogni giorno. Mentre lo fai, assicurati che il bambino non ottiene il flusso d'aria diretto, non lo mettere vicino ad una finestra aperta, perché può raffreddarsi.
Mantieni una certa umidità nella casa. Così eviterai che si secchino le vie respiratorie (puoi mettere contenitori di acqua vicino a un termosifone).
Se vai a fargli il bagnetto, riscalda in prima la stanza. Assicurati che l'acqua della vaschetta sia a 36 ºC, non allungare il bagno più di tre minuti, e quando esci il bambino dall'acqua, coprilo con un accapatoio (con cappuccio). Asciugalo e vestilo prima di lasciare la stanza, così non noterà il cambiamento di temperatura.

lunedì 2 dicembre 2013

Incontriamo a Tania Goma


Ogni tanto vi presentiamo un lavoratore Ros, la sua storia dentro e fuori dell’impresa, le sue preoccupazioni e speranze.

Nome
Tania Gomà Novau, 31 anni, porta lavorando nella Ros 11 anni.
Dipartimento e posizione all'interno dell’impresa
Departimento di qualità e miglioramento
Spiegaci il ruolo del vostro dipartimento
La missione del mio lavoro è quella di gestire e analizzare i possibili incidenti che possono succedere nel nostro processo produttiva.
Quali sono gli obiettivi e sfide nel vostro reparto?
Il principale e più importante, è quello di migliorare la qualità quotidiana in tutti i nostri processi in modo che il cliente sia soddisfatto del nostro servizio.
Com’è il tuo giorno tipo?
Molto attivo. Risolvendo dei problemi e cercare di migliorare, anche in quello che sembra funzionare correttamente.
Quando hai iniziato a lavorare in Ros, quali erano i tuoi obiettivi e aspettative?
Conoscendo la storia della società il mio obiettivo principale era quello di imparare, crescere professionalmente e coinvolgermi in un'impresa ad alto livello.

Si stanno compiendo le tue aspettative? 
Sì, si stanno compiendo. Mi vado segnando obiettivi. Ho imparato molto dai miei compagni, e sono sempre aperta a nuove sfide.

Come ti piacerebbe vedere l’azienda fra 10 anni?
Essendo i migliori ovunque non lo siamo ancora.
Come riesci a conciliare il lavoro con la tua vita personale?
Bene, l'orario lo permette, e le persone intorno a me, lo facilita.