lunedì 12 ottobre 2015

Come possono i genitori costruire l'autostima nei figli

SI DEVE ELOGIARE I FIGLI PER IL LORO SFORZO E IMPEGNO

L'autostima è vista come un sentimento valutativo del nostro essere e di noi stessi. Questo sentimento comincia a svilupparsi intorno ai 5 o 6 anni, che è quando un bambino comincia a valutare come lo vedono gli adulti.

A questa età i bambini cominciano ad avere buona o cattiva autostima. La buona autostima viene rilevata quando il bambino è abile con le sue cose, sia nella scuola o semplicemente in qualsiasi situazione. Capisce inoltre che deve studiare e non si sente male se deve chiedere aiuto. È responsabile e si comunica.

Al contrario, un bambino con bassa autostima, non si fida di se stesso e ne anche degli altri. Di solito è timido, ipercritico, poco creativo e talvolta si possono sviluppare atteggiamenti aggressivi.



Foto di Kiran Foster


In modo che i genitori possono aiutare a sviluppare una buona autostima nei loro figli, dovrebbero elogiare i figli per il loro impegno, lo sforzo e l’entusiasmo che mettono per raggiungere un obiettivo, indipendentemente dal successo ottenuto, senza andare oltre. Inoltre, si devono rispettare in tutti i suoi pensieri.

Non se li può chiedere la perfezione e si devono ascoltare e rispondo a tutte le sue domande. È anche bene che i genitori incoraggiano i figli a prendere le proprie decisioni e a prendere responsabilità.

E 'quindi molto importante il ruolo dei genitori per sviluppare l'autostima dei loro figli. Aiutarli a valutare, imparare dagli errori e sentirsi bene con se stessi, a crescere con un buon ragionamento e responsabilità.

Nessun commento:

Posta un commento